Vendere un anello con diamanti può essere la soluzione ideale quando si deve realizzare un guadagno immediato ma non sempre si tratta di un’operazione semplice. Infatti per evitare di incorrere in fregature oppure vendere l’anello con brillanti ad una cifra inferiore al suo reale valore è importante sapere esattamente come muoversi e a chi rivolgersi. Ecco, allora, una piccola guida per vendere un anello con brillanti e realizzare il guadagno più alto.

Fare approfondite ricerche per vendere un anello con brillanti
Per vendere bene un anello con diamanti è innanzitutto necessario fare approfondite ricerche per vedere quali sono le quotazioni attuali dei diamanti. In questo senso il web può essere un prezioso aiuto in quanto è una miniera di informazioni e ci mette facilmente in contatto con tutti quei siti che si occupano di compravendita di anelli con diamanti simili a quello che si intende vendere. Questa attività preliminare aiuterà a comprendere l’andamento del mercato e a farsi una prima idea del valore che l’anello può avere. Ovviamente l’anello dovrà poi essere fisicamente valutato perché non tutti i diamanti sono pregiati allo stesso modo.

Quali sono gli elementi che danno valore ad un brillante
I diamanti hanno tutti un valore differente perché la loro pregevolezza viene valutata su quelle che gli anglosassoni chiamano le quattro C: cut, colour, clarity e carat. Si prendono, infatti, in considerazione il taglio del brillante ma anche il colore oltre che la purezza. Un fattore determinante per il valore del brillante è poi quello che tutti conoscono ossia il numero dei carati che corrisponde più o meno alla grandezza. È importante avere una chiara idea di questi quattro valori del proprio anello con brillante prima di iniziare una qualsiasi trattativa di vendita altrimenti si corre il rischio di non realizzare il giusto guadagno dalla vendita.

La certificazione del diamante
Un altro elemento che aumenta di molto il valore del diamante è la certificazione dello stesso. Si tratta di un documento che può essere considerato la carta di identità della pietra che viene stilato da professionisti del settore che sono abilitati a questo tipo di certificazione. Una pietra che possiede questa certificazione viene venduta più facilmente sul mercato perché la documentazione è una garanzia di originalità e di purezza. Avere la certificazione per il proprio brillante, quindi, consente di trasformare la pietra in contanti immediati e di avere quella liquidità necessaria per realizzare qualunque altro progetto senza intaccare il budget familiare.

Come muoversi nella giungla delle offerte
Una volta stabilito il valore dell’anello con brillanti arriva la parte più difficile, ossia la ricerca dell’offerta giusta. Per vendere il proprio anello ci si può rivolgere ai tantissimi siti online che si trovano sul web e si occupano della compravendita dei diamanti oppure rivolgendosi ad uno dei molti compro-oro che sono sorti come funghi in tutte le città. Ogni offerta sarà differente dall’altra e per trovare quella che soddisfa pienamente le proprie esigenze occorrerà farsi fare molti preventivi e cercare l’operatore più serio che possa proporre un’offerta congrua. Non va dimenticato che gli anelli con brillanti sono molto differenti fra loro e quindi anche il valore differirà in modo spesso molto palese.

A chi rivolgersi per vendere un anello con brillanti
Per avere la certezza di vendere al meglio il proprio anello con brillanti occorre rivolgersi a seri e onesti professionisti del settore che sapranno valutare la pietra nel modo più adeguato. IGR Diamanti Roma è un punto di riferimento in questo settore, grazie ad uno staff di specialisti in grado di riconoscere la differenza fra una pietra e l’altra e quotarla nel modo più idoneo. IGR Diamanti Roma propone alla propria clientela valutazioni totalmente gratuite che sicuramente incontreranno il favore pure del cliente più esigente. Le valutazioni, inoltre, sono molto veloci e realizzate secondo le più alte quotazioni di mercato.